30 set 2013

Lesson number five: La Merduma




La ricetta che vi racconterò oggi è tipica della tradizione ebraica libica.

E' di facile esecuzione

Cominciamo con gli ingredienti.

Sale q.b. [o un cucchiaino da caffè se proprio siete incapaci di quantificare il q.b.]

Olio extravergine di oliva q.b. [o mezzo bicchiere]

2 kg di pomodori rossi ben maturi ed eventualmente un barattolo di pomodoro concentrato.



3 peperoni, preferibilmente rossi


6 spicchi d'aglio



tra i 4 e i 7 peperoncini molto piccanti [mi raccomando non oltre]



Mentre vi state ancora riprendendo dalla scoperta che ho messo delle foto proprio mie e non scaricate da internet, prendete una casseruola antiaderente.
Tagliate i pomodori ed i peperoni a tocchetti.
Aggiungete il resto degli ingredienti ed accendete il fuoco [facile vero?]
La cottura deve essere lenta. La salsa va girata di tanto in tanto [io in genere mentre faccio la merduma mi organizzo in attività nei pressi della cucina così da sentire prontamente l'eventuale puzza di bruciato].
Dopo circa un paio d'ore durante le quali  vi sarete fatti le unghie, avrete chiacchierato al telefono o, nel più remoto [almeno per me] dei casi avrete stirato, la vostra deliziosa merduma sarà pronta.


E' deliziosa spalmata sul pane ed ottima per accompagnare delle semplici uova al tegamino.


[Ricordatevi che come al solito le ricette sono da me personalizzate perché il blog è mio e faccio come mi pare e piace]













15 commenti:

  1. Seccata e polverizzata, sostituisce lo spray antiaggressioni.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erasmo tu intanto provala così semplicemente sul pane e poi fammi sapere.
      Riguardo allo spray antiaggressioni ci si puó pensare. Magari poi lo brevettiamo.

      Elimina
  2. Erasmo, dopo avere interpretato perfettamente il mio pensiero, lo hai espresso come meglio non si potrebbe!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Neanche tu ami il cibo piccante Frine?

      Elimina
    2. A me piace il cibo piccante, ma ci sono posti dove esagerano un po'. Evidentemente, la Libia è fra questi.

      Elimina
    3. In effetti la merduma è un piatto che toglie il fiato, piccante più di un film con Edvige Fenech, Barbara Bouchet e Nadia Cassini messe insieme.

      Elimina
    4. Io amo il piccante, adoro i peperoni, uso olio e aglio....in quantità umane!

      Elimina
    5. E se realizzassi la ricetta in forma riveduta e corretta, con dosi "mie"? magari le cambio il nome in un banalissimo "salsa di peperoni"

      Elimina
    6. E "salsa di peperoni" sia.
      Provala insieme alle uova, da aggiungere all'occhio di bue dopo aver scaldato bene la salsa.

      Elimina
  3. Ne prendo due porzioni con abbondante bruschetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Due porzioni al tavolo di Menocchio!!

      Elimina
  4. Risposte
    1. In realtà Barbara la " e"non si pronuncia.
      Si puó anche scrivere M'rduma.

      Elimina
  5. Volevo osservarlo io! :( Barbara mi ha preceduto..
    Il nome si presta troppo alla battuta salace, ma io cercherò di "glissare" e di farla, questa salsa: da noi aglio e perperoncino si usano in dosi dis-umane! ;)
    Amica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provala! E' gustosissima sopra le bruschettine calde.

      Elimina

Se il commento non lo vedi qui è perché l'ho ben riposto in spam.