05 mag 2014

6 come 6


Anche lei ha dovuto dire la sua riguardo la lettura nel liceo romano Giulio Cesare del libro "Sei come sei"  di Melania Mazzucco. 
Durante il programma radiofonico "La zanzara" su radio24 ha esternato sull'argomento così come ho copia incollato:

Gli insegnanti che hanno introdotto il libro della Mazzucco al Giulio Cesare devono essere licenziati, devono fare la fame. Li prenderei a calci nel culo per tutta la piazza del Vaticano.
Vergognati, schifosa: far leggere a ragazzi di tredicici-quattordici anni certe cose. Per fortuna che non c’era mia nipote, sennò quella lì la sistemavo io. La testa gliela mettevo… So io dove. Avete presente i tori? Così le passava la voglia di parlare di sesso ai ragazzini. Quella cosa dolciastra [il riferimento è a questo passo del libro: “[Giose] ficcò la testa fra le gambe di Mariani e si infilò il suo uccello in bocca. Aveva un odore penetrante di urina, e un sapore dolce”] gliela vomiterei in bocca. E poi gliela farei ingoiare. Insieme al mio vomito.

Non si può certo dire abbia peli sulla lingua quella che una volta era una Signora della canzone italiana ed ora è semplicemente una che darebbe via il culo l'anima per un posto nel Parlamento europeo.


27 commenti:

  1. Le vomiterebbe in bocca "quella cosa dolciastra"? Vale a dire che prima l'ha ingoiata e semidigerita lei? Sapevamo dal tempo delle ammucchiate di mezzo secolo fa che la signora è mooooolto di bocca buona, ma fino a questo punto?! Eccheccazzo!

    RispondiElimina
  2. Hai usato il termine signora. La Zanicchi non è più tale da quando si è svenduta per soldi e notorietà.
    Doveva continuare a cantare. La canzone del link la interpreta magnificamente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ma io "signora" lo uso solo per indicare quelle signore lì.
      La voce sì, secondo me è una delle migliori che abbiamo avuto in Italia, meglio di Mina, meglio della Vanoni, Milva non so, a suo favore giocano anche le sue grandissime doti di interprete (poi è anche suocera di una persona che amo molto, quindi non riesco ad essere molto imparziale nei suoi confronti). E questa canzone è grandiosa (ti ricordi Gruppo di famiglia in un interno? Ma poi anche così:
      https://www.youtube.com/watch?v=y4qdAFhADB0

      Elimina
    2. Toccherà vederlo questo film.
      p.s. Suocera di chi?

      Elimina
    3. No, in pubblico non lo dico. Il film è bellissimo.

      Elimina
    4. Il film è orribile. La Zanicchi pure. E pure Milva.
      Triplo concentrato di dissenso, come quello Cirio.

      Elimina
    5. Tu sei in debito di almeno tre lezioni di cucina.

      Elimina
    6. Hai ragione Erasmo. A forza di cucinare per lavoro dimentico che c'è chi attende le mie lesson.

      Elimina
  3. Testarda pure tu, ma io ska.

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Beh sì, ma un po' meno... con un po' meno di fondotinta, ecco.

      Elimina
  5. Ci sono donne a cui quella così lì, dolciastra*, non piace. E le capisco.
    Il resto, dopo il vomito, viene di pancia. Anche i pensieri.

    *io non lo so se è dolciastra. Mi fido.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sono tante donne* bugiarde.
      *e uomini aggiungo altrimenti diventa un post sessista.

      Elimina
    2. [Lo so, lo so: quella cosa non piaceva perché si trattava di me.]

      Elimina
    3. Non fidarti, non che io lo sappia personalmente, intendiamoci, ho fatto delle interviste per l'università della Calabria dipartimento di semeterapia: è amaro.

      Elimina
    4. Ah, allora è per quello che si dice "pagare amaramente".

      Elimina
    5. @Giovanni, semeterapia? Chissà per quali patologie.
      @Marcoz, non fidarti delle interviste o dei sondaggi.

      Elimina
    6. A quali sondaggi ti riferisci?

      Elimina
    7. Ecco il perché del detto: "son cazzi amari".

      Elimina
    8. @Marcoz, nel caso specifico in materia di sapori.
      Il 45% degli intervistati non ha capito la domanda, il 35% mente, il 20% è contrario ai sondaggi, il 32% risponde sincero, il restante 88% è indeciso.

      Elimina
    9. Ah, del caso specifico non discuto.

      45+35+20+32+88 per cento… ok, ho capito: se uno vuole sapere le cose, deve darsi da fare in prima persona.

      Elimina
  6. @Erasmo, saggezza popolare.

    RispondiElimina
  7. Amari? Io sapevo che erano acidi. Infatti anche a Oxford dicono "sour pricks".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @Barbara, ogni mondo è paese, dicono.

      Elimina
    2. Vero, non a caso si usa dire "cazzi tuoi", come le mogli e i buoi.

      Elimina

Se il commento non lo vedi qui è perché l'ho ben riposto in spam.