03 apr 2014

Amare significa non dover mai dire "ahia" *



Questo capolavoro della letteratura italiana [giuro me lo hanno regalato], non può mancare nelle vostre librerie.
Andatevelo a comprare o pensate di poter stare ancora tanto tempo senza leggere l'autobiografia di Rocco?
Nel frattempo vi regalo un brano a mio giudizio significativo.
".............................……………………"
Anche quest'altro è niente male anche se forse un po' lungo 
"………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………"


P.s. *  all'ottavo commento.








9 commenti:

  1. Somiglia a Pasolini in questa fotografia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse è per via della mano sulla fronte.

      Elimina
  2. A beneficio degli altri lettori: Rachel ha nascosto un link in un asterisco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, è una sorta di caccia al tesoro.

      Elimina
  3. C'è in formato i buc?

    RispondiElimina
  4. http://letturelibere.blogspot.it/2010/06/ebook-ita-io-rocco.html?m=1
    Se funziona il link puoi leggerlo senza spendere un centesimo.
    http://www.bachecaebookgratis.com/2010/07/lev-n-tolstoj-guerra-e-pace-ebook.html?m=1.
    Il secondo link è di un autore minore, un tal Lev.

    RispondiElimina
  5. Amare, più che altro, dovrebbe significare non dover mai far dire ahia al partner, altrimenti significherebbe che lui mi fa nera di botte un giorno sì e l'altro pure, ma siccome lo amo evito accuratamente di dire ahia, e in questo appunto sta la prova del mio immenso amore.
    PS: il signor R.S. lo citerò indirettamente, uno di questi post.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Citerai Ricco & Spietato o Rocco Siffredi?

      Elimina
    2. Ah già, hanno le stesse iniziali!

      Elimina

Se il commento non lo vedi qui è perché l'ho ben riposto in spam.