16 nov 2013

Lesson number seven: Tagliolini fiori di zucca e cernia




Cominciamo con gli ingredienti  per una cenetta a due [ricordatevi che le dosi sono sempre approssimative, vado molto ad occhio]

3 etti di tagliolini all'uovo

1/2 kg di filetti di cernia [quello della foto è un  palamito appena pescato]


3 etti di pomodori  pachino

Una quindicina di fiori di zucca

Uno spicchio d'aglio

Olio, vino bianco, sale e pepe e del timo q.b.

Mettete a soffriggere l'aglio. Quando sarà ben rosolato aggiungete i filetti di pesce già aromatizzati ed un po' di vino bianco. 

Nel frattempo mettete a bollire l'acqua [il pesce si cuoce piuttosto in fretta]

Quando sarà completata la cottura potete aggiungere i pachino e i fiori di zucca.


A questo punto avrete già buttato la pasta e probabilmente già scolato [conservate sempre un po' di acqua di cottura, potrebbe sempre servire mentre mantecate]

Il risultato dovrebbe come quello che è stato cucinato per me in maniera superba [Io ho solamente fatto le foto e preso appunti].



Buon appetito




9 commenti:

  1. Rachel, scusa se mi ripeto: 3 etti di pasta sono una dose per 4. E l'ultima foto mi dà ragione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Erasmo ma quella della foto era solo la mia di porzione.
      Gli altri due etti erano nell'altro piatto :-D

      Elimina
  2. Non oso pensare a cosa gli avrai fatto fare per fargli smaltire, dopo la cenetta per due, tutto quel popò di roba...

    RispondiElimina
  3. Barbara, i tuoi commenti letti al mattino mi mettono di buon umore!

    RispondiElimina
  4. Risposte
    1. Ma è una ricetta facile facile....non si demoralizzi così in fretta......

      Elimina
  5. Effettivamente, 3 etti per due.... Comunque il post mi sembra adatto per darti il 2° report della mia battaglia per la cacio e pepe: oggi è decisamente migliorata con un pecorino ben stagionato; i difetti? troppo pepe e poca acqua di cottura (per la quale nutro una forte quanti immotivata avversione).
    Sono sulla via delle perfezione, come vedi, ma questo non ti esimerà dal farmi assaggiare la tua la prima volta che passo da Roma!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stasera il mio diciassettenne si è mangiato 2 etti e mezzo di tagliatelle. Per sua fortuna è snello [e anche bello]. Frine, come promesso, cacio e pepe per te qui a Roma.

      Elimina

Se il commento non lo vedi qui è perché l'ho ben riposto in spam.