01 giu 2013

Lesson number two: La caprese






Anche oggi voglio svelarvi il segreto di una pietanza che all'apparenza può risultare di facile esecuzione ma in realtà è assai impegnativa
Cominciamo
Sinceratevi di avere tutti gli ingredienti in casa che sono i seguenti
Pomodori
Mozzarella
Basilico
Olio 
Sale
Un coltello
Una ciotola
Una seconda ciotola
Un piatto
Bene, a questo punto se avete l'occorrente vi spiego
Tagliate il pomodoro a fette tutte uguali
Adagiatelo su di una ciotola e lasciatelo scolare
Tagliate la mozzarella a fette tutte uguali
Adagiatela su di una ciotola e lasciatela scolare
A questo punto prendete il piatto
Sistemate le fette di pomodoro e mozzarella precedentemente scolate in modo alternativo cosi' da creare un fantastico gioco di colori
A questo punto prendete le foglie di basilico, freschissimo mi raccomando, e sistematele a guarnire la nostra bella composizione
Aggiungete per finire olio e sale q.b.

12 commenti:

  1. È fantastica! Posso prepararla anche se mi è stato staccato il gas!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo...una ricetta alla portata di tutti....
      Mi raccomando il basilico: fresco e profumato

      Elimina
  2. interessante, con piacere ti seguirò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ho già inserito nella mia lista

      Elimina
  3. L'ho provata, la ricetta, ma non mi è venuta un granché bene.
    Devo aver sbagliato qualche passaggio.
    Riproverò, facendo più attenzione.

    Saluti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marcoz, ma la mozzarella ce l'hai messa?

      Elimina
    2. Ho seguito le istruzioni alla lettera. Devo solo farci la mano, evidentemente.

      È noto che, per realizzare un piatto come si deve, il "manico" sia importante: non si può certo pretendere che un siciliano riesca a fare una buona "panissa" piemontese, al primo colpo (anche se può, casualmente, succedere). Lo stesso dicasi per un altoatesino che provi a realizzare una pasta ai ricci alla siciliana.

      Come nella musica, non basta leggere lo spartito, ci vuole anche lo "swing".
      Io non ce l'ho neppure preparando una caprese. Fai te.

      Saluti
      m

      Elimina
  4. Allora bisogna che cominci da ricette più semplici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è meglio partire dal solfeggio.

      Elimina
  5. Mi permetto far presente che la vera caprese richiede anche un pizzico di origano. Inoltre,meglio precisare che i pomodori dovrebbero essere "cuori di bue" e la mozzarella, di autentica bufala.
    Inoltre, la preparazione a fette sovrapposte è invenzione di cuochi mediocri con pretese di alta cucina. Meglio tagliare il tutto a pezzi un po' grandi ed amalgamare bene. In questo modo, l'acqua del pomodoro emulsiona l'olio extra vergine, rendendo la tocciata più intensa e profumata.
    Mi perdoni: per origini, avrei una certa dimestichezza con la ricetta. Complimenti per il blog
    teddy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I "cuori di bue"?
      Certo che questa caprese si fa sempre più complicata.....

      Elimina
    2. Eh sì, il buono, il bello, sono sempre un po' complicati...

      Elimina

Se il commento non lo vedi qui è perché l'ho ben riposto in spam.